Da sempre abbiamo a cuore il patrimonio immobiliare italiano e cerchiamo di prendercene cura, giorno dopo giorno, al fianco dei nostri clienti. Sia che si tratti di Condomini, sia di beni storici da salvaguardare.

Per questo motivo siamo diventati sostenitori del FAI – Fondo Ambiente Italiano, a cui destineremo una donazione di 15.000 euro per la tutela, la cura e la salvaguardia di uno dei suoi Beni.

Da sempre abbiamo a cuore il patrimonio immobiliare italiano e cerchiamo di prendercene cura, giorno dopo giorno, al fianco dei nostri clienti. Sia che si tratti di Condomini, sia di beni storici da salvaguardare.

Per questo motivo siamo diventati sostenitori del FAI – Fondo Ambiente Italiano, a cui destineremo una donazione di 15.000 euro per la tutela, la cura e la salvaguardia di uno dei suoi Beni.

Lasciamo che sia tu a scegliere quale.

Una villa settecentesca che spalanca le finestre su un magnifico giardino all’italiana e ospita una collezione di arte contemporanea tra le più conosciute al mondo, creata dal conte Giuseppe Panza a partire dagli anni 50. Qui, oltre 150 opere di artisti americani (tra cui Dan Flavin, Robert Irwin e James Turrel) ispirate ai temi della luce e del colore, convivono in armonia con arredi rinascimentali e preziose raccolte di arte africana e precolombiana.
La prestigiosa dimora di una delle più illustri casate piemontesi, che accoglie lussuosi saloni affrescati, terrazze panoramiche e salotti sfarzosamente arredati: un raffinato racconto millenario, testimoniato anche dalla preziosa biblioteca, che conserva più di 25mila volumi. Il castello è immerso in un grande parco monumentale, in cui è possibile passeggiare tra ampie radure e visitare uno dei più grandi labirinti d’Italia.
Un ritaglio incontaminato di paesaggio umbro tra terreni boschivi e campi coltivati, radure, oliveti e pareti di pietra rosa. Un luogo di armonia e silenzio ai piedi della grandiosa Basilica di San Francesco, che racchiude in sé oltre 800 anni di storia; visitarlo significa intraprendere un vero e proprio percorso interiore, che comincia dalla Basilica e attraversa il 200esco complesso benedettino di Santa Croce, in cui ammirare l’antico monastero, la chiesa romanica di Santa Croce, il vecchio mulino e, poco più avanti, un’antica torre trecentesca.
Un'area naturale di grande valore storico e paesaggistico, costruita per volontà di Papa Gregorio XVI nella prima metà dell’Ottocento a Tivoli, appena fuori Roma, cosparsa di natura, storia, archeologia e artificio. Grazie alla sua conformazione e alla corrispondenza con l'estetica del sublime, il Parco può essere considerato un particolarissimo esempio di giardino romantico. Famosa meta, durante i secoli, di viaggiatori, artisti, re e imperatori, in questo luogo magico è possibile ammirare boschi, sentieri, grotte naturali e una spettacolare cascata.
Immersa in un meraviglioso paesaggio di uliveti, alberi da frutto e aree coltivate, e impreziosita al suo interno da importanti affreschi, l’Abbazia di Cerrate è considerata uno dei più significativi esempi di Romanico otrantino. Nata agli inizi del XII secolo come monastero di rito bizantino con scriptorium e biblioteca, divenne nel tempo anche un centro di produzione agricola specializzato nella lavorazione delle olive: l’Abbazia restituisce ancora oggi un affascinante racconto della sua doppia anima, tra luogo di culto e masseria storica.
Un sito archeologico di grande rilevanza paesaggistica, ubicato nel cuore della Valle dei Templi ad Agrigento e capace di raccontare - attraverso i suoi reperti e i suoi ipogei risalenti a 2500 anni fa - la storia di Akragas, antica città fondata dai Greci nel VI secolo a.C.. Immerso tra olivi secolari e piante di agrumi, questo angolo di paradiso fonde tra loro natura e storia, restituendo un luogo unico dal punto di vista archeologico, speleologico e naturalistico.

Sei un amministratore? Compila il form e scegli il bene FAI a cui indirizzare la nostra donazione.

Scrivi un'email valida.
Scrivi il numero di telefono.